I nostri Libri

ARGO – ANNUARIO DI POESIA 2016 (Gwynplaine edizioni)
Dopo il primo volume dello scorso anno, l’Annuario di Poesia 2016, a cura della redazione poesia di Argo, torna a raccontarci del nostro tempo, attraverso la poesia contemporanea, in Italia e nel mondo. Con interviste, recensioni di libri, sguardi sulla poesia in dialetto, l’opera dei traduttori, le poesie in lingua originale con testo a fronte, molte tradotte proprio per questo volume. E ancora: l’Annuario affronta il dibattito sul poetry slam e sul rapporto tra oralità, leggibilità e scrittura. L’Europa, il Mediterraneo e il Medioriente; gli Stati Uniti, l’Argentina, la Cina e la Nuova Zelanda. Nei paesi che vivono forme diverse di conflitto, i poeti raccontano della vita: avvenimenti, processi economici, distopie della globalizzazione, libertà che mancano, confini e muri nuovamente costruiti, parole coraggiose sui nuovi regimi. I poeti parlano dell’industria della guerra che affama i popoli e li costringe a spostarsi disperatamente, e loro stessi sono migranti, chi per comprendere la realtà e darne conto, chi per necessità e sopravvivenza.
Sono presenti con poesie, interviste, saggi e recensioni:
Italia- Sebastiano Aglieco, Libero Benussi, Vincenzo Bonaviri, Vito Bonito, Marco Bini, Dome Bulfaro, Santo Cali, Guido Catalano, Vincenzo Consolo, Valerio Cuccaroni, Stefano D’Arrigo, Nino De Vita, Annamaria Ferramosca, Sergio Garau, Amedeo Giacomini, Andrea Gibellini, Franca Grisoni, Jolanda Insana, Pierluigi Lanfranchi, Francesco Margani, Gabriella Musetti, Giovanni Nadiani, Raffaele Niro, Ottavio Rossani, Carolina Rossi, Silvia Salvagnini, Edoardo Sanguineti, Franco Scataglini, Vittorio Sereni, Giancarlo Sissa, Lorenzo Zumbo, Argentina- Jorge Aulicino, Cina- Ming Di, Croazia- Milan Rakovac, Grecia- Dinos Siotis, Inghilterra- Tony Harrison, Iran- Sohrab Sepehri, Iraq- Manal al Sheikh, Macedonia- Jovica Ivanovski e Vladimir Martinovski, Nuova Zelanda- Michael Harlow, Olanda- Erik Lindner, Romania- Gheorghe Vidican, Stati Uniti- John Giorno, Tunisia- Moncef Ghachem, Repubblica Turca di Cipro- Beste Sakallı, Turchia- Ahmet Telli

Sostenete Argo Annuario di Poesia 2016 con una donazione: lo riceverete direttamente a casa.

ARGO – ANNUARIO DI POESIA 2015 (Gwynplaine edizioni)
Mediterraneo, Medioriente, Africa. Spagna, Italia, Grecia, Malta, Egitto, Israele, Iraq, Afghanistan, Nigeria, i poeti provenienti da ognuno di questi luoghi prendono posizione raccontandoci le forme di conflitto che contraddistinguono l’area del Mediterraneo, del Medioriente, dell’Africa e dell’Europa in cui vivono la loro quotidianità. L’Annuario 2015 è un’opera unica nel suo genere, per la varietà di voci che è stata capace di raccogliere e la volontà di tradurre in italiano autore quasi del tutto assenti dal panorama editoriale nazionale. Crisi economica, processi migratori, guerra, marginalità. Gli autori contenuti in questo annuario dedicano le loro riflessioni e le loro testimonianze alle realtà sociali nella quali operano. Sullo sfondo di questo lavoro troviamo i fatti di Parigi, l’istituzione del califfato, le disuguaglianze economiche sempre più acute, e in termini generali, la globalizzazione, i cui benefici riguardano solo una ristretta élite, i capitalisti nomadi.

Sono presenti con poesie, interviste, saggi e recensioni:
Italia – Mario Benedetti, Carlo Bordini, Cinzia Demi, Luigi Di Ruscio, Francesco Di Stefano, Roberta Durante, Paolo Gagliardi, Annalisa Teodorani e Massimo Zamboni, Turchia – Adnan Özer e Müesser Yeniay, Nigeria – Chijioke Amu Nnadi, Egitto – Youssef Rakha, Grecia – Katerina Anghelaki Rooke, Yiorgos Chouliaras, Stamatis Polenakis, Hatto Fischer, Israele – Hilà Lahav, Malta – Adrian Grima, Spagna – Julio Llamazeres, Iraq – Dunya Mikhail

Sostenete Argo Annuario di Poesia 2016 con una donazione: lo riceverete direttamente a casa.

 

L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila a cura di Manuel Cohen, Valerio Cuccaroni, Rossella Renzi, Giuseppe Nava, Christian Sinicco (Gwynplaine edizioni)
Il nostro primo intento è offrire una mappatura degli scrittori e delle scrittrici che hanno scelto per i propri versi il dialetto, comprese le varianti idiomatiche del neodialetto e del neovolgare, o la lingua della loro area di appartenenza.
I testi selezionati e le note critiche aggiornate sono pubblicati nell’antologia.

Sono presenti nell’antologia: Sebastiano Aglieco, Paola Alcioni, Antonella Anedda, Lino Angiuli, Mariano Bàino, Annamaria Balossini, Dina Basso, Salvo Basso, Giuseppe Giovanni Battaglia, Giuseppe Bellosi, Maurizio Benedetti, Rut Bernardi, Remigio Bertolino, Angela Bonanno, Michele Bonavero, Paolo Borghi, Mimmo Borrelli, Domenico Brancale, Luigi Bressan, Rocco Brindisi, Dome Bulfaro, Maddalena Capalbi, Pierluigi Cappello, Maurizio Casagrande, Nadia Cavalera, Rino Cavasino, Luciano Cecchinel, Biagio Cepollaro, Ombretta Ciurnelli, Pietro Civitareale, Ivan Crico, Lia Cucconi, Daniel Cundari, Azzurra D’Agostino, Gianluca D’Annibali, Nino De Vita, Nelvia Di Monte, Francesco Di Stefano, Lussia Di Uanis, Bianca Dorato, Nicola Duberti, Germana Duca Ruggeri, Carlo Falconi, Anna Maria Farabbi, Renzo Favaron, Assunta Finiguerra, Ulisse Fiolo, Francesco Forlani, Fabio Franzin, Francesco Gabellini, Antonio Gasperini, Francesco Gemini, Gabriele Ghiandoni, Omar Ghiani Saba, Gianfranco Miro Gori, Francesco Granatiero, Franca Grisoni, Barbara Grubissa, Alessandro Guasoni, Biagio Guerrera, Maria Lenti, Rosaria Lo Russo, Canio Loguercio, Andrea Longega, Luigina Lorenzini, Dante Maffia, Gabriella Maleti, Marcello Marciani, Alberto Masala, Mario Mastrangelo, Vincenzo Mastropirro, Maurizio Mattiuzza, Andrea Mazzanti, Gigi Miracol, Marino Monti, Stefano Moratto, Vito Moretti, Giovanni Nadiani, Maurizio Noris, Piero Simon Ostan, Alfredo Panetta, Cetta Petrollo Pagliarani, Salvatore Pagliuca, Dario Pasero, Renato Pennisi, Ugo Pierri, Gabriele Alberto Quadri, Claudio Recalcati, Emilio Rentocchini, Flora Restivo, Vito Riviello, Giuseppe Rosato, Anselmo Roveda, Giacomo Sandron, Flavio Santi, Francesco Sassetto, Marco Scalabrino, F abio Maria Serpilli, Achille Serrao, Nevio Spadoni, Federico Tavan, Annalisa Teodorani, Pier Mattia Tommasino, Marilisa Trevisan, Laura Turci, Giovanni Tuzet, Pier Franco Uliana, Ida Vallerugo, Gian Mario Villalta, Damiano Visentin, Mirko Visentin, Giacomo Vit, Lello Voce, Rosangela Zoppi, Edoardo Zuccato

I curatori

Il cantiere dell’antologia L’Italia a pezzi è stato avviato, in collaborazione con critici letterari ed esperti del settore, dai redattori di Argo Manuel Cohen, Valerio Cuccaroni, Rossella Renzi, Giuseppe Nava e Christian Sinicco (che hanno curato anche l’archivio su Argonline) con lo scopo di realizzare un’opera di poesia che faccia riferimento alle lingue minoritarie e ai dialetti: un’operazione che possa, grazie alla creazione di un archivio permanente e in continuo aggiornamento, rispecchiare nel modo più completo ed esauriente il panorama della produzione delle parlate della poesia contemporanea presenti sul territorio italiano.

I collaboratori

Nel frattempo, ringraziamo i tanti Autori che ci hanno inviato i loro testi e coloro i quali ci hanno aiutato a raggiungerli e valorizzarli, tra cui Maddalena Bergamin, Vincenzo Morvillo, Alessandro Burbank, Domenico Ingenito, Gianmario Lucini, Silvia Rosa, Francesco Terzago e Julian Zhara, che hanno firmato alcune prefazioni, costruendo assieme ai redattori di Argo l’ossatura del progetto de L’Italia a pezzi, nonché un team pronto anche per altre avventure poetiche.

Sostenete il progetto L’Italia a pezzi con una donazione: lo riceverete direttamente a casa.